Preservata dal tempo e dall’uomo, intatta, potente. La Val Senales, con il suo ghiacciaio, la sua gente, i suoi masi, è uno scrigno di meraviglie che, anche in estate, risplende. Un ambiente incontaminato, alte creste che portano a toccare con mano i 3000 metri di quota ed oltre.

Dopo che lo sci estivo sul ghiacciaio è stato interrotto per diversi anni per motivi ambientali, l'Hochjochferner viene ora trattato e tutelato con massima cura da giugno ad agosto. Ci sono depositi di neve nelle zone particolarmente a rischio e vaste aree del ghiacciaio sono coperte da lamine speciali. In questo modo le Funivie Ghiacciai Val Senales garantiscono piste in condizioni perfette da settembre a maggio e contribuiscono attivamente alla protezione della natura.

La nuova piattaforma Oetzi

In estate il ghiacciaio è diventato una destinazione amata ed ambita per gli escursionisti in Alto Adige. In nessun altro luogo è così facile “conquistare“ un vero tremila, alla stregua di grandi alpinisti. Grazie alla funivia del ghiacciaio, in sei minuti appena, è possibile superare oltre un migliaio di metri di altitudine.

Da Maso Corto, a 3.212 metri, splendido borgo ai piedi della funivia, si sale tra cielo e rocce. Quaranta metri appena e si raggiunge, a piedi, la nuova piattaforma Ötzi (a quota 3.251 metri). Da lì si può godere di una vista panoramica mozzafiato, dalle Dolomiti al gruppo di Brenta, dal gruppo dell‘Ortles ai giganti della montagna nella valle del Garda.